arancio Mappa

Ivan Tibolla

Pianoforte e Musica Jazz



Formazione


Nato a Belluno nel 1975, ha studiato organo e composizione organistica presso il Conservatorio di Venezia e flauto traverso perso il Conservatorio di Trento. Parallelamente allo studio della musica classica si è interessato al linguaggio del jazz seguendo il corso di improvvisazione del pianista Bruno Cesselli e Franco D'andrea.

Attività artistico-professionali


Ha collaborato con artisti del mondo del jazz come N. Stilo, L. Frizzera, D. Satragno, G. Grossi, F. Zeni, M. Turella, P. Caverzan, F. Rossato, D. Regazzoni, J. Clayton, Leo Di Angilla, D. Di Gregorio, D. Vianello, S. Gajon, A. Leric, S. Olivato, M. Martorano, P. Valente, M. Privato, E. Masiero, M. Catinaccio, S. Scutari, S. Donati, C.A. Canevali, F. Zanon, E. Bandini e del mondo dello spettacolo e della canzone come Gigliola Cinguetti, Lucio Dalla, Mauro Macario, Filippo Tognazzo, Loris Contarini, Chantango, Roberto Citran, Vasco Mirandola and Piccola Bottega Baltazar. Ha partecipato a Festival e rassegne in Italia e all’estero quali Dubrovic Festival 2004- 2005, Villa Celimontana 2004, Terni Jazz 2006, Garda Jazz 2007, Umbria Jazz 2007, Festival di Spoleto 2004 e molti altri. Ha composto musiche originali per esposizioni d’arte visiva collaborando con il Festival Internazionale d’arte cinematografica di Venezia, il museo internazionale d’arte di Israele e la fondazione veneziana Bevilacqua La Masa. Nel 2005 compone con Chantango la colonna sonora per il cortometraggio del regista toscano Stefano Terenziani intitolato "amor sacro e amor profano", che viene premiato come miglior colonna sonora al festival "Corto fiction" di Chianciano Terme e al festival "Oscarino" di Bergamo (edizioni 2006). Dal 2002 collabora stabilmente con il quartetto del violinista Gunther Sanin, spalla dell'ente lirico Arena di Verona, e con il nuovo quintetto della cantante Cecilia Gasdia, proponendo una rilettura di pezzi italiani del secondo dopoguerra. Pubblicato nel 2007 un disco di solo piano dedicato interamente alla musica del compositore brasiliano Egberto Gismonti prodotto da Euphonè pro Music e pubblicato da Universal con l’etichetta Emercy, al quale segue una serie di concerti piano solo.


<<< Indietro